Pirovano

Casa di moda italiana. Pochi anni prima della seconda guerra mondiale, Emma Maria Bonfanti, dopo alcune modeste ma fortunate esperienze commerciali nel campo dell’abbigliamento e con l’aiuto delle sorelle Iride e Anita, dà avvio in forma poco più che artigianale alla realizzazione di modelli, frutto della sua intelligente creatività. Nonostante le difficoltà legate allo scoppio della guerra, le sue creazioni di sartoria, associate a quelle del marito Felice Pirovano, noto pellettiere, diventano subito celebri e i negozi di pelletteria di via Montenapoleone n.1 e quello di sartoria del n. 8 sono meta della migliore e più esigente clientela milanese. Nei laboratori lavoravano oltre 100 persone. Oggi, l’atelier è sempre fedele all’antica cura dei particolari e alla ricercatezza sartoriale, virtù di mestiere applicate a uno stile in evoluzione con i tempi.