Piquadro

Azienda di pelletteria. Nasce nel 1987 a Bologna. L’idea è dell’allora ventiduenne Marco Palmieri, oggi ancora presidente e amministratore delegato. È lui che in soli tre anni riesce a trasformare la piccola azienda artigiana in una società per azioni. Piquadro inizia a proporsi al pubblico vendendo i suoi prodotti (trolley, borse da viaggio, agende, raccoglitori e portapalmari) solo on-line (www.piquadro.com). Nel 2001, la prima boutique monomarca a Milano, in via della Spiga e, nel febbraio 2002, con l’acquisizione del 25 per cento dell’azienda da parte del fondo di private equity Fineco Capital, Piquadro ha la possibilità di rafforzare la propria presenza sui mercati esistenti e di ampliarla sui nuovi. In pochi mesi, durante il 2002 apre uno show room a Milano in Corso Vittorio Emanuele e altre tre boutique monomarca: a Roma, in via Fratina; a Firenze, in via della Vigna Nuova; a Milano, all’interno dell’Aeroporto di Linate. La produzione attuale è di 500 pezzi che si rinnovano ogni anno in 6 linee. Nel 2002 il fatturato ha raggiunto oltre i 13 milioni di euro, con una crescita del 25 per cento rispetto all’esercizio precedente. Nel marzo del 2003, in occasione del Mipel, è stata presentata la nuova collezione Piquadro Expansion System. Nel 2005 dopo un riassetto finanziario della società nasce la holding Piquadro S.p.A., a cui partecipa per il 35% BNL. L’anno successivo prende il via un’importante campagna di nuove aperture, sia in Italia che all’estero, e sempre nel 2006 viene creata Piquadro Hong Kong LTD, con lo scopo di sviluppare la rete retail in Asia. Nel 2007, Piquadro viene quotata in borsa sulla piazza di Milano.