Pineider

Fabbrica di carta pregiata da confezione, articoli per la scrittura e accessori professionali in pelle. Dal 1774 l’azienda fondata da Francesco Pineider mantiene ininterrottamente il suo negozio in piazza della Signoria a Firenze, all’angolo con via Calimaruzza, nel palazzo storico sede dell’arte di Calimala o dei Mercatanti, la più antica delle corporazioni fiorentine. Nel 1861 viene aperta una succursale in via Tornabuoni. Nel 1989 la Pineider viene acquisita dall’azienda capitanata da Maurizio Gucci per passare due anni dopo nelle mani del gruppo Franco Cosimo Panini. Nel ’97, Pineider è stato rilevato al 100 per cento dall’abruzzese Angelo Corona, per 5 miliardi. Corona ne ha investiti 15, portando i negozi da 2 a 19 e il fatturato da 15 a 60 miliardi. Nel luglio del ’99, Pineider ha comprato la società di pelletteria Nazareno Gabrielli. Nel 2000 il marchio è di proprietà di Hopa Fingruppo, che dà il via a una ristrutturazione del brand.