Pecoraro

Maurizio (1962). Stilista italiano. Nato a Palermo, si interessa alla moda fin da bambino. Giovanissimo, si trasferisce per un anno a Parigi, dove collabora con Thierry Mugler. Tornato in Italia entra nel team creativo di Gianni Versace, di cui eredita nell’89 la direzione creativa della linea Alma. Il suo marchio debutta nel settembre 1998 con una collezione di eleganza atemporale unita a sapienza sartoriale. Nel gennaio 2003, presenta una sua collezione nella settimana Alta Roma-Alta Moda, e viene premiato dal sindaco della capitale, Walter Veltroni, quale miglior giovane designer italiano, capace di reinventare l’alta moda in maniera moderna. Nel 2003 la famiglia Watelin de Lummen, proprietaria del nome Madeleine Vionnet, stringe un accordo commerciale con uno sceicco per la creazione di una collezione che riprende il nome del marchio francese fondato nel 1912. Maurizio Pecoraro è l’artefice di questo ritorno: viene incaricato di disegnare la nuova linea, ha accesso agli archivi della griffe, e sfila durante la settimana della moda parigina. Nel frattempo continua a crescere anche la griffe: nell’autunno del 2004 prende il via la collaborazione dello stilista con Pikenz Pellicceria, storico nome milanese, per la creazione di una collezione innovativa, basata sull’unione di materiali diversi; nel 2006 viene inaugurato un importante spazio al Passage di Kiev, mentre nel 2008 debutta una mini-collezione per la sposa. La Maison dichiara un fatturato superiore agli otto milioni di euro per quell’anno, e annuncia l’apertura del primo monomarca in Giappone per il 2009.