Patagonia

Marchio fondato a Venura, in California, nel 1975. Si è sempre più specializzato nell’abbigliamento sportivo: l’offerta spazia da pezzi pensati per la pesca, lo yoga, il surf, lo sci, il free climbing e la mountain bike. Questi i numeri: 1000 dipendenti con un’età media di 35 anni, 30 negozi monomarca nel mondo e 4 in Europa (a Chamonix dal 1987, a Monaco di Baviera dal ’90, a Dublino dal ’91 e, dal 2002, anche a Milano). Ha grande attenzione ai materiali “ecologically-correct” e devolve l’1 per cento delle proprie vendite a gruppi che operano a favore dell’ambiente. Coerentemente con questa scelta di produzione, sta puntando sui capi in Pcr, un tessuto che si ottiene dalla plastica riciclata: “Centocinquanta capi confezionati in Pcr”, spiega l’azienda, “fanno risparmiare un barile di petrolio ed evitano l’emissione di mezza tonnellata di sostanze tossiche nell’aria”. Sul sito www.patagonia.com, oltre alle ricerche dell’azienda, si trovano continui aggiornamenti sulle linee uomo, donna e bambino. Negli anni seguenti, Patagonia espande la sua presenza sul mercato e dà il via alla vendita on-line: i suoi prodotti incontrano sempre maggior favore grazie alla diffusione di filosofie ambientaliste. Nel 2006 viene avviato un programma che renderà la sede dell’azienda indipendente dal punto di vista energetico, grazie allo sfruttamento delle fonti rinnovabili. Nel 2007, l’azienda lancia la serie “Sol Patrol”, realizzata con innovativi tessuti che filtrano i raggi ultravioletti con un fattore di protezione 40. Il 10 dicembre 2008 Holger Bismann, dopo tredici anni in Nike, diventa amministratore delegato di Patagonia Europa.