Oxford Industries Inc.

Gruppo industriale americano con sede ad Atlanta, Georgia, tra i primi nella produzione di prêt-à-porter. Confeziona abiti e accessori per uomo e ragazzo (il 70 per cento) e per signora (30 per cento) sia con marchi propri (Oxford Shirt, Oxford Slack e Oxford Dresses) sia su licenza di Oscar De La Renta, Polo, Jane Barnes e Arcade. L’azienda possiede una quarantina di laboratori nel sud degli Stati Uniti, in America Centrale, in Europa. &Quad;1999, novembre. Phillips-Van Heusen raggiunge un accordo per vendere al gruppo di Atlanta tutte le attività legate al marchio Izod Club Golf. Le linee Izod per uomo, donna e bambino continuano a essere distribuite nei medesimi negozi specializzati. &Quad;Oxford Industries acquisisce licenza di produzione e commercializzazione di Dkny Kids, la linea di abbigliamento per bambino e neonato di Donna Karan, in precedenza detenuta dalla Esprit de Corp di San Francisco. Nel dicembre 2000 anche Tommy Hilfiger affida a Oxford la produzione della propria collezione femminile da golf. Il risultato finanziario del 2002 non è positivo, con un calo delle vendite del 16,6 per cento e dei guadagni del 31,1 per cento, anche se nell’ultima parte dell’anno si registrano segnali di ripresa. &Quad; Oxford Industries completa l’acquisto di Viewpoint International, proprietaria del brand Tommy Bahama che produce sportswear, swimwear per uomo e donna e forniture per la casa. La transazione, che viene annunciata nell’aprile 2003, è dell’ordine di 325 milioni di dollari in denaro e azioni.