Ottina

Stefano (1934). Imprenditore e stilista. Nato in una famiglia milanese da generazioni operante nel ramo tessile, nel 1965, dopo una laurea alla Bocconi, fonda in società con Vittorio Solbiati, la fabbrica di abbigliamento Punch che subito si contraddistingue per la modellazione aderente al corpo della camicia, la “tepered body”. Ed è su questo capo che la Punch fonda le sue fortune. Ottina rivaluta a vero e proprio capo di abbigliamento di moda la camicia alla quale destina filati naturali e in mischia e particolari tecniche di tessitura. Nel ’75 lo Store Madonna di New York gli dedica una retrospettiva in cui vengono esposte le camicie Punch indossate da Jack Nicholson, John Lennon, Elton John, Paul Getty Jr, John Travolta, “Richard” Gere, Robert Rauschenberg. Nel ’94 la società Punch, che fattura tra Italia ed estero, circa 3 miliardi di lire l’anno, viene ceduta alla società Fenicia, storica azienda italiana di confezioni per l’abbigliamento. Da allora Ottina si dedica al design e alle ricerche di storia del tessile, collezionando archivi di tessuti.