Orta

Lucy (1966). Designer tessile. È nata a Birmingham e vive a Parigi, dove crea abiti-abitazione dal 1991, utilizzando i nuovi tessuti tecnologici, parole chiave, simboli e segni tratti dall’archivio costruito nel tempo da Lucy e dal marito, l’artista argentino Jorge Orta. Ne nascono vere e proprie miniarchitetture corporali, gli abiti-abitazione, sostenuti da leggere armature in fibra di carbonio, si montano rapidamente, grazie a un sistema di tasche, zip e velcro. Il progetto di un rapporto con artisti che hanno scelto l’abito come linguaggio, lanciato da Staff per G-Y’m (prodotta da Staff International, la stessa di New York Industrie), ha stimolato Lucy Orta alla creazione di una minicollezione esistenziale. Per la primavera-estate 2000, ha creato gli abiti-messaggio. Sui capi di abbigliamento, come fossero fogli di carta, ha scritto messaggi di Martin Luther King, di Aung San Sun Kyi, entrambi premi Nobel per la pace, e dell’architetto-filosofo Paul Virilio.