Orry-Kelly

nome d’arte di John Kelley (1897-1964). Costumista americano. Formò con Bette Davis una delle più celebri coppie star-costumista (come Garbo-Adrian, Dietrich-Banton) dello schermo. Per oltre 30 anni, le sue creazioni influenzarono la moda femminile americana: in particolare gli abiti di Ingrid Bergman in Casablanca furono copiati da milioni di donne. Nato in Australia, arrivò a Hollywood nel 1932 e, grazie al suo amico Cary Grant, entrò alla Warner Bros., dove restò per 11 anni diventando responsabile del reparto costumi. Tra le toilette realizzate per la Davis, le più affascinanti sono quelle che la diva indossa nella Figlia del vento (’38). Molto noto nell’ambiente a causa dell’amore per la mondanità, il caratteraccio e la passione per la bottiglia, ebbe problemi di alcolismo che lo fecero entrare in rotta con la Warner. Passò allora alla Fox, quindi, dal ’50 al ’64, lavorò come free-lance per i maggiori studios (curando sempre gli abiti della Davis). La sua esperienza di Broadway, dove aveva debuttato, gli servì per vestire i grandi musical cinematografici: Un americano a Parigi (’51) e Le Girls (’57), che gli fruttarono due Oscar. Il terzo, lo ottenne per A qualcuno piace caldo (’59).