Oestergaard

Heinz (1916-2003). Stilista tedesco, considerato uno dei più importanti designer del dopoguerra, fu inoltre ideatore di nuove fibre tessili. Nel 1952 fonda a Berlino l’omonima casa di moda, dopo aver lavorato per sei anni in società con l’atelier Schroder-Eggeringhaus. Le sue collezioni, molto seducenti e femminili, prendevano ispirazione dalla moda di Parigi. Nel 1967 chiude il suo atelier e inizia a lavorare come stilista presso Quelle, specializzato in vendita per corrispondenza. Tra il 1979 e il 1984 insegna alla Fachhochschule für Gestaltung di Pforzheim (Scuola Superiore di Decorazione). Negli anni Novanta collabora con la Pauly & C. che dà vita a una collezione di opere in vetro uniche per il suo genere. Muore il 10 maggio del 2003 a Bad Reichnhall, in Bavaria. La sua città natale e il Museo d’Arte Applicata di Köln gli hanno reso omaggio con retrospettive, celebrando il suo ruolo di creatore di moda e innovatore.