Noki

Pseudonimo e marchio dello stilista britannico J.J. Hudson. Nasce ad Aberdeen, Scozia, nel 1971. Vive tra Londra e Brighton ed è un’icona del mondo gay, ma non solo. Del suo lavoro di stilista dice che “si basa più su concetti filosofici che di fashion e fashion marketing”. Oltre a disegnare magliette, felpe, jeans e scarpe, lavora anche come artista multimediale. Durante la London Fashion Week del 2002, per esempio, è stata allestita una mostra con alcune sue installazioni. Noki lavora su indumenti imperfetti, usati o in parte sgualciti, e aggiunge particolari: inserti, disegni, applicazioni di vario tipo. I suoi capi quindi, sono tutti, di fatto, pezzi unici, e vengono venduti nei negozi più trendy di Londra. Appassionato dei modelli di scarpe da tennis Adidas anni ’80, si è fatto conoscere grazie a T-shirt su cui appariva il logo della casa tedesca, anche se modificato e in parte coperto, ma comunque riconoscibile; tanto che la stessa Adidas gli chiese di disegnare un modello di scarpe per una “limited edition”. Le creazioni di Noki sono amate da music star come Kylie Minogue e Skin, che è persino salita in passerella a Londra per la sua sfilata Autunno/Inverno 2008/09, nel contesto di Fashion East, la sezione di ricerca della kermesse fashion curata da Lulu Kennedy. Contro l’omologazione del mass-market, a favore dell’individualità, Noki cerca addirittura nei rifiuti la materia prima per le sue creazioni: abiti, T-shirt e jeans di recupero vengono riassemblati dando vita a pezzi one-off di couture surreale e altamente spettacolare.