Naoki

Takizawa (1960). Stilista giapponese. È nato a Tokyo e si è laureato alla Kuwusawa Design School. Dal 1981 entra nel Miyake Design Studio, per il quale lavora come responsabile della linea Plantation. Dal ’93 è responsabile della collezione Issey Miyake Men. Nel ’98 riceve il Mainichi Fashion Award, che il quotidiano giapponese Mainichi assegna ogni anno ai personaggi che si sono distinti nel campo della moda. Prima di lui, l’hanno ottenuto lo stesso Miyake e Kawakubo. In occasione della ventennale collaborazione con lo studio Miyake, Naoki fa iniziare la sua sfilata al Carrousel du Louvre per l’autunno-inverno 2001-2002 con un ululato di vento. Dalla collaborazione tra il designer giapponese e Alain Mikli scaturisce la linea di occhiali Libellula. Frutto di tre anni di lavoro tra Francia e Giappone, la montatura viene lanciata in sei modelli da vista e da sole. L’idea è quella dell’insetto che si adatta alle esigenze della tecnologia: materiali speciali quali titanio, acetato, grilamid e acciaio consentono di flettere le aste degli occhiali, per essere riposti nella custodia-bozzolo trasparente disegnata da Takizawa. Nel 2007, col sostegno economico del gruppo Miyake, fonda il marchio che porta il suo nome, debuttando sulle passerelle di New York con la collezione prêt-à-porter Primavera/Estate 2008, senza rinunciare alla sua attitudine a mischiare moda e tecnologia e usare materiali come lamine di rame e sterline d’argento. Con la collezione successiva torna alle passerelle parigine, dove aveva lavorato per tanti anni al fianco di Issey Miyake.