Moses

Rebecca (1956). Stilista americana. Nasce nel New Jersey. Diplomata al Fashion Institute of Technology di New York, inizia la carriera di stilista con una collezione sportswear prodotta in filati speciali. Nel 1993 si trasferisce in Italia e firma un contratto con Genny, per disegnare Genny Collection e Genny Platinum. Nel ’96 nasce la sua prima linea di prêt-à-porter, abiti e accessori soprattutto in maglia dal tocco pulito e sofisticato, realizzati in materiali preziosi. Il cachemire, interpretato senza stagioni e declinato in 36 sfumature di colore, diventa chiave di volta delle sue collezioni. Dal ’98 si dedica esclusivamente alla linea che porta il suo nome: partecipa alla direzione del Council of fashion designer of America ed è membro della Camera nazionale della moda italiana. Rebecca Moses sospende la sua collezione per la primavera-estate 2003 a causa di divergenze con la Herno dei fratelli Marenzi, che ne produce i capispalla e quelli in tessuto. Opinioni diverse su come condurre la strategia di crescita del marchio rischiano di danneggiare l’immagine della linea di Rebecca Moses, che a questo punto è alla ricerca di nuovi partner. Rebecca Moses, nuovo direttore creativo di Pineider, ne ha ridisegnato l’intera gamma di prodotti. L’azienda toscana, entrata nel 2000 a far parte del Gruppo Hopa, ha intrapreso un grosso rilancio di immagine che è iniziato con il restyling dello storico negozio di Firenze in piazza Signoria. Accanto ai biglietti da visita, alla carta da lettere, agli inviti (prodotti storici dell’azienda), si trovano oggi gli oggetti sofisticati della collezione disegnata dalla stilista, che ha reinterpretato con colori originali e design pulito ed elegante la lunga storia della casa, cara a Stendhal e Byron, studiandone varie linee di prodotti. Nuove proposte per la casa (oggetti e arredi per la tavola, pezzi di arredamento, plaid, vasi, profumi ed essenze, candele, cornici), per il viaggio (pelletteria, borse, sacche, borsoni da week-end, ma anche portacomputer e cestini di vimini per il pic nic), per i bambini e per i neonati. Nel 2008 Bilancioni presenta la sua prima collezione donna, in collaborazione con la stilista Rebecca Moses, che a distanza di 6 anni dalla sua ultima collezione torna sulla scena per dare un’identità femminile all’alta sartorialità e all’eleganza di Bilancioni, espressa fino ad allora solo per l’uomo.