Moda

Mensile di moda e di “tutto quanto fa costume, spettacolo, cultura”, come recita il sottotitolo che è parte integrante della testata impostata da Flavio Lucchini nel 1983 e diretta fino ai primi anni ’90 da Vittorio Corona. Lo pubblicava la Nuova Eri, casa editrice della Rai. Grande scalpore crea l’uscita del nuovo mensile, promosso con tambureggiante battage pubblicitario, rivolto a un pubblico femminile giovane ed emancipato. Piace per l’innovativa veste grafica, l’uso dirompente della fotografia e la capacità di toccare i temi emergenti fra le nuove generazioni. Le fortune del giornale declinano alla fine degli anni ’80, soprattutto per problemi editoriali. Per qualche tempo, il mensile vivacchia in uno stato di crisi ideativa e di pubblico che condurrà a una lunga vertenza tra redattori ed editore. Nel ’93 la Nuova Eri cede la testata che, poco dopo, chiude.