Meyer

Gene (1955). Stilista statunitense. Ha una forte passione per il colore. La sua moda maschile, dal tratto originale e anticonformista, è a tinte forti soprattutto negli accessori. Nasce a New York. Dopo brillanti risultati alla Parson’s School, l’esordio nel 1977 come assistente designer da Anne Klein e poi da Geoffrey Beene, fino all’incontro (’94) con il Gruppo italiano Mondo Inc.: una svolta che porta Gene Meyer dallo stilismo femminile a quello maschile. Nel ’97, riceve negli Stati Uniti il Perry Ellis Award destinato al miglior designer di moda uomo. La sua linea, richiesta dai migliori store americani, ma anche in Europa, si rivolge a un giovane uomo alla ricerca di uno stile libero e creativo. La collezione è prodotta totalmente in Italia. La produzione di coperte intessute da Meyer con il particolare metodo del taglia-e-incolla, tecnica già cara a Henry Matisse, è esposta al Museo del Design Cooper Hewitt di New York. È la M&M Design International che si occupa della esecuzione delle coperte disegnate dallo stilista.