Melloni

Pellicceria romana. Già attiva negli anni ’30, cessò di esistere a metà del decennio ’70. Fu tra le maison più importanti: si ricordano i mantelli in breitschwantz nero con collo cappuccio in ermellino candido. Diede un grosso apporto all’evoluzione della pellicceria proponendo la tecnica a intarsio. Degni di nota erano anche i cappotti in capra cinese rigata e, all’inizio degli anni ’70, i mantelli di scimmia.