Mariotto

Guillermo (1963). Designer venezuelano, è direttore artistico della Maison Gattinoni. Nato a Caracas, ha iniziato la formazione professionale conseguendo la laurea al California College of Arts and Craft di San Francisco. Dopo essersi trasferito prima a Parigi e poi a Londra, arriva a Milano a 21 anni. È la collaborazione con uno studio di interni a dischiudergli le porte della moda e, per due anni, si dedica al prêt-à-porter donna di Basile. È del 1988 la prima linea haute couture per Gattinoni. Dopo la scomparsa di Raniero Gattinoni arriva l’investitura a direttore artistico. Nel 1994, fa scandalo mandando in passerella una modella nuda, ispirata alla mise adamitica dell’Eva biblica. L’anno dopo porta sulle scene Monna Lisa, fasciata d’organza bianca e con il viso celato dal merletto. L’estate del 2001 è quella di Fragile: la modella israeliana Moran Athias sfila abbracciata a un modello palestinese. Nel 2002, Nina Moric corona un’estate di presenze su tutte le copertine d’Italia, sfilando con il pancione premaman. Nel luglio 2003, Guillermo rende omaggio ai 700 anni dell’Università La Sapienza di Roma e al primo anno di corso di Scienze della Moda, con una lezione aperta ai ragazzi, nella quale ripercorre i passaggi salienti delle tendenze del XX secolo, e con una sfilata dei 32 capi della nuova collezione invernale, al museo dell’università.