Liu Jo

Azienda di abbigliamento italiana che nasce attorno alla metà degli anni Novanta grazie ai fratelli Marco e Vannis Marchi a Carpi con una collezione di maglieria.

In breve tempo viene ampliata la produzione e introdotta la linea LIU JEANS, viene rafforzata la presenza sul territorio nazionale con l’apertura di diversi punti vendita e attorno agli anni 2000 si assiste all’inaugurazione di monomarca in Italia e all’estero.

Immediata la reazione creativa dei fondatori che dal 2000 al 2005 lanciano nel mercato nuove collezioni, una linea dedicata alle bambine LIU JO JUNIOR, una linea di accessori, la collezione Ajay dedicata alle donne curvy e una linea maschile.

Il successo continua. Debuttano nel mondo delle licenze la linea Baby dedicata alle bambine dagli 0 ai 5 anni, la collezione Luxury fatta di gioielli, la linea Underwear e Beachwear e la linea LIU JO Casa, dedicata all’arredamento.

Nel 2008 altre novità per l’azienda di Carpi che vede l’introduzione della linea icona del brand, la LIU JO Bottom Up e la linea Shoes che vanta come testimonial della campagna la top model Kate Moss.

La rete distributiva LIU JO conta, al 2010, più di 190 punti vendita monomarca e circa 4500 multimarca nel mondo garantendo al brand la presenza in oltre 33 paesi dall’Asia all’Europa.

Dal punto di vista economico finanziario, l’azienda passa da un fatturato di 91 milioni di euro nel 2005 a 230 milioni di euro nel 2010 con un utile netto che sfiora i 36 milioni di euro e conta più di 390 dipendenti.