Léger

Hervé Peugnet, meglio conosciuto con il cognome  Léger (1957). Stilista francese. Sino al 1985, quando lancia una sua griffe che ha alti e bassi e che nel ’92 ha trovato un propellente nella partecipazione al 50 per cento del Gruppo Seagram, è stato un ottimo secondo di Tan Giudicelli e soprattutto di Lagerfeld per le pellicce Fendi e per le collezioni Chanel. Nel 1985 ha ricoperto il ruolo di direttore creativo per Lanvin. È un autodidatta. Arriva alla moda dal lavoro di acconciatore. Negli anni conquista fama tra le fashion addict grazie ai suoi abiti second skin.

Alcuni abiti firmati da Léger

La scalata, con la sua eponima etichetta, al successo è rapida, potendo contare sull’esperienza gruppo canadese Seagram, con il quale si è associato. Il clamore suscitato dalle sue sensuali collezioni, però, non trova altrettanta fama nei suoi investitori. Nel 1998 la Seagram vende il marchio a BCBG Max Azria. I conflitti interni spingono lo stilista a lasciare la griffe. Nel 2000, lancia un’altra etichetta, chiamata Hervé L. Leroux, focalizzata dalla sartoria. la crisi economica del 2008 non risparmia lo stilista francese ma la caparbietà è tanta e si lancia nella sfida difficile dell’Haute Couture.

Hervé Léger Leroux muore all’età di sessant’anni il 4 ottobre del 2017 a causa di un tumore ai polmoni. La sua prima etichetta continua a vestire le donne di mezzo mondo. Alla direzione creativa, Christian Juul Nielsen.

Leggi anche

Lanvin, la storia sull’Enciclopedia della Moda di MAM-e.it