Lacroix

Christian Lacroix (1951). Stilista francese. È andato decisamente controcorrente valorizzando tradizioni e costumi del Sud della Francia e della Provenza, regione che mantiene un ruolo determinante nella sua ispirazione. Nato ad Arles, studia storia dell’arte all’Università di Montpellier. Si trasferisce a Parigi dove nel ’73 si iscrive alla Sorbona e alla Scuola del Louvre per diventare conservatore di musei. Ma è la moda la sua vera passione. Da qui, numerosi sforzi per emergere e affermarsi. Impegno premiato con due Dé d’Or nel 1986 e nell’88.

Christian Lacroix al termine di una sfilata

La spinta decisiva per entrare nel mondo della moda arrivò da Jean-Jacques Picart, che lo presentò a Guy Paulin di Hermés di cui diventò assistente. Nel 1981, da Patou, decise di sfidare i desueti schemi della haute couture, riportandola al centro dell’attenzione. Nell’87, staccandosi da Patou, fondò la maison Christian Lacroix e disegnò la linea di prêt-à-porter prodotta in Italia dalla Genny di Ancona. Seguirono le collezioni Luxe, Couture, Bazar, Jeans i profumi e moltissimi costumi per il teatro e l’opera. Amante della teatralità, enfatizza tutto quello che è sensuale, allegro, opulento recuperando i valori della cultura mediterranea. (Lucia Serlenga).

Look Haute Couture Christian Lacroix primavera/estate 1998

Nel 2001 la casa di moda viene acquisita dal Gruppo francese Lvmh e nel 2002  lo stilista diventa il nuovo direttore artistico di Emilio Pucci.

È il giugno dello stesso anno quando lancia la linea Bazar Enfant. Sempre nell’ ottobre 2002 partecipa al The Fur Show Beijing 2002 di Pechino, sfilando con fantasiose pellicce. Nell’aprile del 2003 Sigla l’accordo con la società francese Sil per la produzione e la distribuzione della prima linea di lingerie Lacroix, il cui lancio avverrà nell’estate del 2004.

Dopo un mese Lacroix è fra gli stilisti che partecipano alla mostra My Favorite Dress in occasione dell’apertura del Fashion & Textile Museum di Londra. Nel giugno del 2003 Lacroix debutta nell’abbigliamento maschile, con una collezione che sarà proposta nel 2004. Nel settore uomo, lo stilista aveva firmato solo cravatte.

Look Haute Couture Fall/Winter 1999

Un’importante collaborazione viene siglata nel 2009 quando Lacroix, insieme a Baccarat ed Evian, disegna e firma le nuove bottiglie in cristallo limited edition di Evian.

Nel 2019, assieme a Dries van Noten, dà vita ad una collezione straordinaria, ritenuta dagli artisti un esperimento divertente. La collezione si ispira all’arte dell’Haute Couture anni ’80 e ’90. terreno fertile per Lacroix che ha dichiarato di aver fallito con il prêt-à-porter, sentendosi a suo agio in creazioni che mescolano couture e teatro.

Leggi anche

Buon compleanno, monsieur Christian Lacroix