La Fressange

(de) Inès (1957). Modella francese, il cui vero nome, piuttosto “impegnativo, è Inès Marie Laetitia “Eglantine de Seignard de La Fressange. Scoperta e lanciata dalla rivista Elle, accetta di sfilare per Kenzo e Mugler. Nell’84, firma un contratto in esclusiva con Chanel, la maison guidata da Lagerfeld. Ha un’eleganza aristocratica (un tempo, si sarebbe detto: “Si vede che nasce”) ma non frigidamente patinata. Il suo volto viene scelto per raffigurare la Francia nelle monete. Nel ’90 lascia Chanel per diventare stilista: vestiti e biancheria per la casa. La sua prima boutique la apre a Parigi, in avenue Montaigne. Ne seguono altre in Giappone e in Europa. Ha sposato l’italiano Luigi D’Urso. La stilista viene licenziata dall’azionista di riferimento, Franµois Louis Vuitton, dalla maison che porta il suo nome. L’accusa è quella di avere disegnato e firmato una confezione di saponi senza chiedere l’autorizzazione al socio di maggioranza. Il tribunale dei probiviri giudicherà ingiustificato il provvedimento, condannando Vuitton a risarcire i danni a Inès de La Fressange. La cifra fissata dal tribunale è comunque piuttosto bassa per un caso del genere, circa 450 milioni di lire.  Torna alle passerelle per Moschino, Eric Bergère, Jean Paul Gaultier e ai servizi fotografici di moda per Elle e Marie Claire. Nel 2004 la celebre modella torna a far parlare di sé creando una fragranza femminile che porta il suo nome.