Kelly

Nasce nel secolo scorso, in concomitanza con la fondazione della maison Hermès, come borsa porta sella per i cavalieri che partecipavano alle battute di caccia. Ma fu solo nel 1930 che la casa parigina decise di farne una borsetta da donna, riducendone sensibilmente il formato. Negli anni ’50, questa borsa, dal formato decisamente grande e dall’inconfondibile chiusura a battente con “serratura”, è già uno dei successi della casa. Nel ’55, il “battesimo” col nome che l’ha resa famosa: Grace Kelly, principessa di Monaco, incinta della primogenita Caroline, usò questa borsa per nascondere la gravidanza ai fotografi. Immortalata su tutti i giornali, la borsa, da quel momento, divenne “la Kelly”. Nata nei colori tradizionali nero, marrone, blu e bordeaux, negli anni ’80 la Kelly cominciò a essere prodotta anche in tinte più vivaci come il giallo, il rosso, il verde smeraldo e il blu zaffiro. Oggi, esiste in tre modelli — rigida, morbida e morbidissima — e in vari tipi di pelle (vitello, cinghiale, lucertola, struzzo, coccodrillo) e può essere richiesta con o senza tracolla.