Jardini

Inizia la sua carriera nella moda nel 1974 con un piccolo negozio chiamato Il Pomeriggio, dove vende capi di designer come Issey Miyake, Ter & Bantine e altri nomi famosi. Nel ’76 lavora a fianco di Nicola Trussardi per lo sviluppo delle linee abbigliamento e accessori. Nel ’78 crea, con due amici modelli, la linea l’Alveare. È nel 1981 che incontra Franco Moschino e collabora con lui alle collezioni Cadette. Dopo un periodo trascorso a Bottega Veneta, torna con Moschino nel 1984 e lavora prima come assistente per la linea Moschino Couture e per gli accessori, poi per tutta la griffe. Alla morte di Franco Moschino, nel 1994, ne diventa l’erede guidando, come direttore creativo la produzione, oltre all’immagine dell’azienda.