Jane Blanchot

Dal nome della sua fondatrice che nasce come scultrice e continua a servire la propria vocazione pur dedicandosi alla carriera di modista che comincia nel 1910, aprendo un atelier a Parigi. Fino agli anni ’60, plasma cappelli esplorando forme e strutture particolari. La passione per la scultura la spinge a creare anche gioielli. Dopo la guerra, come presidente onorario della Chambre Syndicale de la Couture, si batte perché vengano salvaguardati il perfezionismo e la sapienza artigianali del mestiere.