Italo Cremona

Porta il nome di chi l’ha fondata nel 1920 a Gazzada (Varese), per lavorare materie plastiche e trarne oggetti da toilette, pettini, giocattoli e occhiali. Via via, la divisione ottica (250 addetti su un totale di 350) è diventata il core business della società, con oltre 2 milioni di pezzi l’anno, una distribuzione in 60 paesi: il 20 per cento in Italia, il 18 in Europa, il 21 in America e Canada, il 26 in Estremo Oriente e il resto fra Australia e Medio Oriente. Il marchio Diablo-Made in Helle ha un campionario di 30 modelli. L’azienda produce anche per conto terzi: i primi occhiali firmati da Valentino e da Krizia e oggi le linee Versace e o "Versus.
1999. Presidente dell’azienda è il figlio Nando Cremona. La ragione sociale è I.C. Optics S.p.A. I marchi sono 5 in licenza (Gai Mattiolo, Cesare Paciotti, Shimano, Gianni Versace, Versus) e 2 di proprietà (Diablo e Starring). Collaboratore creativo per Versace e Versus è dal 1991 al 2003 Leonardo Balbi.
2002. Le nuove collezioni puntano su materiali ipertecnologici, dal policarbonato ai termoplastici con trattamento antigraffio. Lenti avveniristiche, maschere fascianti iperprotettive e una visione panoramica con inserimento di lenti anche nelle aste.
2003, gennaio. La Luxottica Group S.p.A acquista la società di produzione e distribuzione IC Optics, che appartiene congiuntamente a Italocremona S.p.A. e Gianni Versace S.p.A. In seguito all’acquisto, Luxottica sigla con i marchi Versace, Versus e Versace Sport un accordo decennale (rinnovabile per altri dieci anni) a livello mondiale per il design, produzione e distribuzione di occhiali da sole e vista. Si prevede un fatturato di 90 milioni di euro.