Hyères

Festival internazionale dei nuovi talenti della moda. Dal 1986 la più antica stazione climatica della Costa Azzurra è diventata sede di uno dei più importanti appuntamenti annuali, il Festival dell’arte e della moda. Giovani fotografi e stilisti neodiplomati hanno la loro prima e più importante occasione per incontrare il mondo professionale della moda. Momento centrale del festival sono i défilé che una giuria, solitamente presieduta da grandi firme dello stilismo, visiona per assegnare premi alle “promesse”. Nel ’99 sono stati portati alla ribalta dei premi Alexandre Matthieu, Stéphane Courdet e Christof Beaufays, giovanissimo designer belga di cui “Gaultier” ha detto: “Offre una visione dell’uomo del terzo millennio”. &Quad;2002. Il Gran Premio della sezione Moda viene vinto a pari merito da Félipé Oliveira Baptista e da Rivière de Sade. &Quad;2003, aprile. La kermesse, patrocinata per il quinto anno consecutivo dal Gruppo Lvmh, premia la stilista italo-belga Sandrina Fasoli per la moda femminile e l’austriaca Ute Ploier per il menswear. La Fasoli conquista anche il premio “1,2,3,” ex aequo con il francese Laurent Edmond.