Hunter

Insieme ad Adam Thorpe, si impone alla fine degli anni ’90 con abiti che potremmo definire "materiale bellico" perché, esasperandone il concetto, assicura essere realizzati con tessuti higth tech a prova di bomba. Spille, decorazioni, mostrine diventano imprescindibili dettagli moda: un guardaroba fatto di pastrani, pull oversize, calzoni mimetici, divise da picchetto d’onore o da accampamento. Il giubbotto best seller acquistato – pare – anche da Michael Jackson, ha nel collo un filtro per l’aria.