Hechter

Si può annoverare fra i divulgatori dell’abbigliamento sportswear anche in città. Figlio di un imprenditore tessile, nel 1962 ha esordito con la sua prima collezione dedicata alla donna, seguita nel ’65 da quella per bambini e nel ’68 da quella maschile. Fra i suoi estimatori Sylvie Vartan, Anouk Aimée, Johnny Hallyday. Nel ’71 scende in campo nei capi per lo sport attivo (sci e tennis) e nel ’76 debutta negli accessori (cinture, piccola pelletteria, occhiali). Nel ’97, decide di dare carta bianca per le sue linee a una giovane stilista tedesca, Grit Seymour.
1999. La maison viene acquistata dal gruppo tedesco Miltenberger Otto Aulbach che si occupa della rete di vendita e dello sviluppo. La società funziona con un sistema di licenze differenziate in linee di abbigliamento, lingerie, scarpe, costumi da bagno, biancheria per la casa.
2003. Le collezioni uomo, donna e sportswear per l’autunno-inverno 2004 vengono presentate nel nuovo show room aperto in Germania, al porto di Düsseldorf.