Halley

Creatore inglese di gioielli e accessori, incastonature, montaggi spericolati su abiti e scarpe. Inventa soprattutto sogni di piume: le torce, le bolle, le lacca, le colora. E gli svolazzi di pavone, di martin pescatore, di uccello di paradiso piacciono a Lagerfeld per Chanel, come a Jeremy Scott e a Hussein Chalayan.
1999, luglio. Il "designer che ha riportato i piumaggi nella moda" presenta la sua prima collezione individuale durante le sfilate dell’haute couture parigina. Tra le esposizioni che onorano lo stilista prima del volgere del ‘900, la mostra La Beauté di Avignone.
2003, gennaio. Una processione di modelli unici della Micra, disegnati da 11 stilisti tra cui Erik Halley, Yves Saint-Laurent, John Galliano, Van Cleef and Arples, sfila per le strade di Parigi, al Micrawards, il prototipo pensato per l’occasione dallo stilista è nero ricoperto di Swarovski rossi.
Le invenzioni di Halley, realizzate nel suo workshop con l’aiuto di uno staff di quattro collaboratori, sono in vendita in una cinquantina di boutique nel mondo: negli Stati Uniti, Australia, Russia, Arabia Saudita, Hong Kong, Spagna, Italia.