Giordano Basso

Porta il nome di chi lo ha fondato nel 1927 a Breganze (Vicenza). Basso non aveva alcun background specifico. Lavorava nella finanza. Lo animava soltanto una forte passione per la coltura del baco da seta. Incominciò a produrre con un solo, vecchio telaio, nello scantinato di casa. I suoi clienti divennero, ben presto, i più grandi atelier dell’epoca. Negli anni ’60, la gestione del figlio Gilberto ha portato la società sui mercati esteri: Giappone, Europa, Paesi Arabi e America Settentrionale. Il decennio ’90, caratterizzato dall’ingresso nel settore dei tessuti tecnologici, mette a dura prova le piccole imprese che, come la Giordano Basso, lavorano la fibra in modo ancora tradizionale. È l’ora della riorganizzazione gestionale, affidata alla terza generazione. Nuovi investimenti si rendono necessari per soddisfare i bisogni di ogni singolo cliente, attuando una politica di nicchia: tessuti in seta pura, misti seta-lana, jacquard, morbidi velluti di seta che alleano l’estrema leggerezza alla più alta consistenza.