Giordani Aragno

Bonizza. Studiosa del costume e della moda contemporanea. Curatore e consulente per la moda del Museo Boncompagni Ludovisi, direttore scientifico della Fondazione Micol Fontana e capo redattore della rivista Audrey, Bonizza Giordani è stata membro della Commissione Nazionale per il Coordinamento delle Politiche di Tutela e Valorizzazione delle Arti Decorative della Moda e del Costume. Per il dipartimento TV Scuola Educazione, nel 1982 ha realizzato Storia della Moda e, nel 1990, per Rai Uno Le grandi Mostre — Valentino — Trent’anni di magia. Per il Centro Studi e Archivio della Comunicazione (CSAC) dell’università di Parma, ha curato gli archivi delle donazioni Sorelle Fontana, Federico Schuberth, Irene Galitzine, Centinaro, Walter Albini, sartoria Farani. Inoltre, dal 1982 a oggi, ha ideato e realizzato mostre e cataloghi in Italia e all’estero fra le quali Il disegno dell’Alta Moda Italiana 1940-70 (Roma), La Moda Italiana 1920-1980 (Tokyo, Osaka, Kioto), 40 Years of Italian Fashion 1940-1980 (New York), Cinquant’anni di Moda (Roma, Castel Sant’Angelo), Artejeans (Parigi) e, nel 2002, Sarli — Cinquant’anni di Stile Italiano — 1952-2002 (Napoli, Castel dell’Ovo), L’abito-vestito. Dal Futurismo all’Astrattismo (Roma, Museo del Corso), Donne fra Brividi ed Emozioni (Roma, Auditorium, e Museo Boncompagni Ludovisi). Bonizza Giordani ha nel 2002 partecipato con Alta Moda: When Did It all Start? all’International Conference Italian Fashion: Identities, Transformation, Production, tenutasi a New York. (Maria Vittoria Alfonsi)