Galeries Lafayette

Lo fondano, nel 1912 a Parigi, Alphonse Khan e Théophile Bader che, poco dopo, liquida il socio. Deve il suo immediato successo alla moda, alle proposte di abbigliamento per ogni portafoglio. La strategia aziendale e, di conseguenza, le campagne pubblicitarie avranno sempre questo punto cardine: lo chic a prezzi accessibili. Dal ’35, il magazzino che nel frattempo ha inaugurato succursali in tutta la Francia, accentua questo carattere di emporio della moda e, nel ’69, si apre in una nuova sede all’abbigliamento maschile. Dall’80 il Festival de la Mode, organizzato dalle Galeries Lafayette, diventa un appuntamento importante durante le sfilate. Nell’89 nasce il marchio Lafayette Collection, seguito dalle linee Avant-Première, Biefing e Jodhpur. Negli anni ’90, il gruppo Galeries Lafayette (che comprende anche Monoprix e le Nouvelles Galeries) sbarca a New York e a Berlino. I dati del ’92 già danno un’idea del giro d’affari: il Gruppo, infatti, impiega 35 mila persone, conta 115 catene di negozi, di cui 392 sono propri e 115 quelli affiliati. Nel ’95 Galeries Lafayette installa anche un Internet Bistrot, ospitando, in quello spazio, appuntamenti mondani, di musica, arte e moda.