Frey

Fabbrica serica comasca nata nel 1899 per iniziativa di Adolfo Frey e di alcuni finanziatori, come Giuseppe Stoffel e la ditta milanese Roesti & Co. La Frey si fa notare all’esposizione voltiana del 1899 per la qualità della fabbricazione, per la seta impiegata e per il prezzo contenuto di ombrelli e parasoli. Il catalogo della ditta comprende anche stoffe per cravatte. Nel 1926, Corrado Frey entra nella società e tra il 1934 e la fine della guerra concentra nelle proprie mani le quote azionarie della ditta. Nel ’47, il figlio di Corrado, Corrado jr., riceve il mandato commerciale dell’azienda e, nel biennio ’60-61 diviene socio accomandatario dividendo le quote sociali del padre con la sorella Lucia. Ora la produzione non è più mirata solo sulle cravatte, ma comprende anche altri accessori maschili e borse e scarpe per donna. Dopo una gestione affidata alla terza generazione dei Frey nel corso degli anni ’70, nell’82 cambia la proprietà e nell’86 il marchio confluisce nella Tessitura Orsenigo, localizzata a Figino Serenza in provincia di Como.