Faliero Sarti

Ha sede a Campi Bisenzio, nei pressi di Firenze. Nel 1982, il fondatore dell’azienda Faliero Sarti è stato nominato Cavaliere del Lavoro un riconoscimento che ha segnalato un’idea innovativa nel modo di concepire il prodotto e una filosofia manageriale che felicemente coordina l’imprenditorialità di una famiglia con l’operatività delle maestranze. L’azienda, nata nel ’49, è diventata società per azioni alla fine degli anni ’70. Il Gruppo commercializza i suoi prodotti con i marchi: Faliero Sarti (tessuti da collezione in lana, cachemire, seta, alpaca), Sartimaglie (jersey in lana, angora, viscosa), Philos (tessuti in lino, lana, cotone, seta), Philandia (filati da tessitura prodotti dalla Filatura Tre Esse), Tintoria del Sole (tintura in rocca e in pezza). Un ufficio progetti compie ricerche per tessuti innovativi a contenuto moda. Il Gruppo impegna 260 addetti. All’inizio del ’98, l’azienda ha ottenuto l’imprimatur Certitex, che premia la qualità e l’organizzazione.
2000. È entrata da poco nel lanificio di famiglia Monica Sarti, 30 anni, figlia di Roberto e nipote del fondatore. Dopo un anno di studi al Fit di New York e uno stage da Anne Klein, si occupa di un settore particolare: partendo dal filato, arriva al tessuto e alla sciarpa. Ogni stagione propone una piccola collezione in circa 15 colori diversi.