Elle

Mensile di moda della Rcs diretto da Daniela Giussani. Il numero uno dell’edizione italiana di Elle, il cult-magazine fondato nel 1945 a Parigi da Hélène Lazareff, esce il 17 settembre 1987. Per il mercato dei femminili è un mese rovente: è da poco in edicola l’edizione italiana di Marie Claire (concorrente principale di Elle) e sta per uscire il nuovo settimanale Rusconi Eva. Elle, affidato a Carla Sozzani, è decisamente di target alto, sofisticato, curato nella grafica. Si rivolge a una donna giovane, colta, di reddito alto, metropolitana, che a un femminile chiede soprattutto indicazioni di moda e bellezza. La tiratura iniziale è di 300 mila copie. Il primo numero è un successo. Ma finisce lì: le copie già dal secondo calano rovinosamente. Sozzani lascia e il quinto numero, nel gennaio ’98, è firmato da Lamberto Sechi, direttore editoriale della Rcs. A marzo arriva Daniela Giussani come condirettore. A luglio ne assume la responsabilità piena. Con leggeri aggiustamenti del taglio: una sezione di attualità, viaggi, storie di donne e molte rubriche, fa di Elle un giornale più abbordabile e le cose si aggiustano, con una diffusione che si porta lentamente a una quota stabile di circa 150 mila copie. Grazie alle sinergie con le altre 29 edizioni pubblicate in tutto il mondo, Elle si caratterizza per la sua capacità di anticipare mode e tendenze a livello internazionale.  L’attuale direttore è Danda Santini.