Van De Velde Henry (1863-1957). Pittore e designer belga. Disegna e realizza abiti d’avanguardia decorati con sintetici motivi lineari
Van den Akker Koos (1930). Designer di origine olandese, è creatore di vestiti patchwork. A Parigi viene assunto da Maison Dior
Ronald van der Kemp possiede un grande intelletto che traduce nella sua sartoriale griffe; frutto anche dell’esperienza in Laroche
Van Der Straeten Hervé è tra i maggiori gioiellieri di Parigi. Predilige materiali grezzi come l’ottone. Ha lavorato per le maggiori griffe francesi.
Lieve van Gorp, è una stilista belga che ama disegnare una donna forte e allo stesso tempo sensuale, che ama porre l’accento su seno e vita.
Van Lamsweerde Inez è un’artista olandese. Nasce come fotografa di moda. Le sue fotografie sono state anche oggetto di esposizione
Van Lingen Tom (1962). Stilista olandese. Ha disegna per Cardin dall’84 all’88, successivamente è assistente di Bernard Perris
Dries van Noten è uno stilista belga, diplomato alla Royal Academy of Arts di Anversa, tra i protagonisti del gruppo dei Sei di Anversa
Van Ommeslaeghe Patrick (1967). Stilista belga. È nato a Oudenaarde. Due anni dopo il diploma, si trasferisce a Parigi e lavora per Balenciaga e Gaultier
Van Rooy, Willy. Indossatrice e stilista olandese. Non ha aspettato di scendere dalla passerella o di non essere più chiamata a posare per questo o quel…
Van Saene Dirk (1959). Stilista belga. Nasce a Leuven. Studia Royal Academy of Fine Arts di Anversa ed è nel magico gruppo dei Sei di Anversa
Van Slobbe Alexander. Stilista olandese. Ha creato il marchio So, nel 1989. La sua tavolozza non si discosta quasi mai dal nero e dal grigio.
Leo Van è stato un fotografo turco di origini armene e naturalizzato egiziano, il cui vero nome è Levon Boyadjian. Arriva in Egitto con la famiglia nel 1924
Vanderbilt Gloria (1924-17 giugno 2019). Erede di una fra le più colossali ricchezze degli Stati Uniti. La sua vita è stata travagliata
Vanessa Carreceo. Designer messicana. Trae ispirazione dal proprio paese d’origine, richiamandosi in particolare alle rivoluzionarie donne soldato messicane
Vanina de war apre la sua prima boutique a Parigi nel 1938: Durante la seconda guerra mondiale si trasferisce a Buenos Aires
Più ingombrante dell’odierno beauty case, il vanity case è stato introdotto nell’800 e conteneva tutto l’essenziale per la toilette.
Vanna. Sartoria fondata negli anni ’30 da due signore della borghesia milanese, Anna Carmeli e Manette Valente. Sfila il 12 febbraio 1951
Vanni Carla. Giornalista italiana. E’ stata direttore di Grazia, storico settimanale femminile della Mondadori dopo esserne stata redattrice

Ricerca Avanzata

  • Cerca nella Categoria

  • Cerca Tag

Ultimi inserimenti

Tag

Scroll Up