Pier Luigi Pizzi (1930). Costumista, scenografo e regista teatrale. Enorme, per mole e qualità, è il suo impegno nella lirica.
Pizzo. Detto anche trina o merletto. Da un punto di vista tecnico le categorie di pizzo sono due: quello eseguito con l’ago e quello al tombolo
Stéphane Plassier (1965). Stilista e marchio francese di prêt-à-porter. Estroso e polivalente, Plassier si definisce “sarto-decoratore”.
Plastron. Copre lo sparato di una camicia maschile. Fisso o amovibile, ha spesso volant, pizzi, piegoline o ricami. Usato con lo smoking o il tight.
Platinum Guild International è un’organizzazione internazionale di marketing costituita nel 1980 dalla Angloplatinum, il maggiore produttore mondiale…
Platt Lynes George. Fotografo americano. Le sue insolite immagini di moda, vagamente surrealiste, sono state assimilate ad quelle di Cecil Beaton
Playtex. Marchio leader nel settore della lingerie femminile. Negli anni ’90, i suoi bilanci sono stati fortemente alimentati dal reggiseno Wonderbra.
Plein Sud. Marchio francese di prêt-à-porter.È lo stilista Amor Faycal a lanciarlo nel ’83, unisce il gusto occidentale a elementi di ispirazione orientale.
Plumetis. Tessuto molto leggero di cotone ricamato a piccolissimi pois in rilievo. In plumetis si confezionano abiti romantici.
Roy Plunkett (1910-1944). Chimico statunitense dei laboratori Dupont, inventore, negli anni ’30, del teflon, il “materiale più scivoloso del mondo”.
Pochette.Termine francese che denomina nell’abbigliamento femminile una piccola borsa elegante senza manico, mentre in quello maschile un piccolo fazzoletto
Point d’esprit. Tulle ricamato a piccolissimi puntini. Usato per velette o come guarnizione per volant e maniche trasparenti, soprattutto in nero.
Paul Poiret (1879-1944). Primo creatore di moda in senso moderno, Poiret “le Magnifique” nasce a Parigi da un commerciante di stoffe.

Ricerca Avanzata

  • Cerca nella Categoria

  • Cerca Tag

Ultimi inserimenti

Tag

Scroll Up