Paul Outerbridge. Fotografo newyorkese. Nel 1925 si trasferisce a Parigi, dove apre un suo studio fotografico e dove frequenta Man Ray e Hoyningen-Huene.
Outlet. Spacci, grandi superfici attrezzate, per mettere in vendita rimanenze e fine serie, eccedenze di stock, campionari e capi della stagione precedente:
Outrage. Marchio italiano di moda pronta nato nel 1983 dalla collaborazione tra il giornalista Sergio Vismara e sua moglie Ornella Benedetta.
Overknee. Calze di una volta, in pesante cotone nero coprente, che si fermano sopra il ginocchio, come quelle indossate dalle donne di Egon Schiele.
Alexandra Owen. Nelle sue creazioni predilige le tinte unite, in particolare bianco, nero e grigio. Linee essenziali e citazioni del passato.

Own

Own. Marchio creato a Bruxelles da Thierry Rondenet (1965) e da Hervé Yvrenogeau (1966). Nasce per sviluppare progetti di moda, di arredamento
Oxford. Tessuto in puro cotone, molto compatto, ma morbido, opaco o semilucido, utilizzato per camicie, soprattutto maschili.
Oxford Clothes. Azienda americana di abbigliamento maschile. Nasce nel 1916. Negli Stati Uniti, il marchio rappresenta il non plus ultra dell’abito da uomo
Oxford Industries Inc. Gruppo industriale americano con sede ad Atlanta. Tra i primi nella produzione di prêt-à-porter. Confeziona abiti e accessori
Oxford pants. Calzoni molto ampi nella gamba, scampanati dal ginocchio in giù, e molto lunghi, tanto da appoggiare abbondantemente sulla scarpa.
Oxus Griffe italiana di borse. L’ha ideata Raphael Mamet ed è realizzata dall’esperienza dei maestri pellettieri della Gru.P.
Oysho. Fondato nel 2001 e appartenente all’Inditex Group, il brand spagnolo propone abbigliamento intimo per un target di giovani donne.
Rifat Ozbek (’53).Stilista turco che all’inizio della carriera ha lavorato in Italia, con Walter Albini. Negli anni ’90 propone una collezione New Age.

Ricerca Avanzata

  • Cerca nella Categoria

  • Cerca Tag

Ultimi inserimenti

Tag

Scroll Up