Capellini

Capellini

Capellini. Ha cominciato l’attività negli anni ’50, spaziando dal reportage al balletto, dal teatro all’architettura, all’arte. Sul finire di quel decennio, ha lavorato anche nella moda, collaborando da Londra a Novità, Vogue, Queen e successivamente da Milano ad Amica, Gioia e Vogue Italia. Ha esposto al Centre Pompidou di Parigi, a Firenze in Palazzo Vecchio e alla New York University.
È noto anche per i suoi ritratti di importanti personaggi da Patty Smith a Giuseppe Ungaretti, da Pier Paolo Pasolini a Henry Moore, da Maurice Bejart a Michelangelo Antonioni.
2003. Nell’ambito di una rassegna dedicata a quel periodo, Padova gli dedica la mostra Gli anni Sessanta di Lorenzo Capellini.