Abito da cocktail

Abito da cocktail. Introdotto in Europa attorno agli anni Quaranta, questo abito prende forma nell’America degli anni Venti e Trenta dove il piacere di sorseggiare un cocktail diventa sempre più una moda. Si localizza, inoltre, proprio in quei locali clandestini dove prende avvento il Charleston. Abolita la lunghezza totale a favore di un vestito che consentisse maggiore movimento e libertà.

Un esempio di abito cocktail del 1950

Nella società odierna viene indossato soprattutto nel pomeriggio e per occasioni speciali. Lungo sino al ginocchio, generalmente è arricchito da ricami e cristalli Swarovski. Solitamente presenta una gonna a corolla dalla consistenza rigida. Negli ultimi anni, però, le maggiori griffe hanno rilanciato anche la linea a sacchetto. 

 

Leggi anche

Charleston