Dirk Van Saene
Brand e Fashion designer,  V

Van Saene, Dirk

Dirk Van Saene, stilista belga parte dei “sei di Anversa”

Dirk Van Saene (1959) è uno stilista belga. Nasce a Leuven e studia, dal 1977 al 1981, alla Royal Academy of Fine Arts di Anversa. Nei primi anni ’80, inizia a disegnare abiti per alcuni grandi magazzini del proprio Paese. Nell’83 si aggiudica una serie di premi, tra cui il Golden Spindle e il Price of the Press.

dirk-van-saene-arte
Dirk Van Saene

Il sestetto di Anversa

L’anno successivo, debutta a Londra, insieme al cosiddetto Gruppo dei sei di Anversa, gli stilisti Dries Van Noten, Ann Demeulemeester, Walter Van Beirendonck, Dirk Bikkembergs e Marina Yee che, insieme a lui, portano inaspettatamente la creatività belga alla ribalta della moda mondiale. Sempre insieme a loro, si presenta anche a Parigi, dove però, nel 1991, sfila da solo. Tra il 1992 e il 1994 diventa lo stilista responsabile della collezione Scapa of Scotland della Renown-Look, in Giappone. Ha una boutique a Parigi.

dirk-van-saene-90
Dirk Van Saene 1997

Stilista dal basso profilo

Nonostante la sua visione risulti  avanguardistica come quella dei nomi più conosciuti, Ann Demeulemeester o Dries Van Noten, Dirk ha deciso di mantenere un profilo più basso, intraprendendo un percorso artistico e imprenditoriale locale, in Belgio. Per Van Saene, questo rappresenta la forte necessità di liberarsi da ogni vincolo che la fama potrebbe porgli, limitandone la creatività. tuttavia, per lui la collezione è un modo di far parlare di sé e di guadagnare questa fama.

Ammettiamolo. Lo scopo principale di presentare una collezione in passerella è quello di entusiasmare la stampa, così ne scrivono e ne pubblicano le fotografie.

I suoi capi, disponibili solo in selezionati negozi di tutto il mondo, concede allo stilista di potersi dedicare anche ad altri progetti. Nel 2001 ha curato il primo numero di N°A Magazine, la rivista di moda di Anversa, che ha raggiunto una fama internazionale; ha curato la mostra sulla produzione di Coco Chanel, tenuta lo stesso anno, ed ha partecipato all’esposizione dedicata a Rik Wounters con un tappeto in lana realizzato interamente da lui.

dirk-van-saene
Abito Van Saene

Dirk Van Saene per l’arte

Nel corso della sua carriera non si è solo occupato di moda, ma si è dedicato anche all’arte, come pittore e curatore, all’editoria e alla vita accademica.

Dirk Van Saene presenta la sua mostra personale con sculture in ceramica a gennaio del 2021 nella Galleria Sofie Van de Velde. Anche se Van Saene utilizza tessuti e stoffe, il suo lavoro artistico ha poco a che fare con la moda. Le sue sculture non sono né manichini né statue. Sono personaggi, vestiti da lui. Mettono in discussione l’idea di moduli di presentazione, l’uso di veicoli. Sia i manichini nel mondo della moda che i piedistalli nel mondo dell’arte sono oggetti architettonici. Occupano spazio.

dirk-van-saene-mostra
Van Saene alla Gallery Sofie Van de Velde

Ma in questa mostra si limitano a trasportare se stessi. Ogni scultura ha la sua aura, ma dipende sempre dall’immaginazione e dalla creatività. Il mondo dell’arte usa criteri diversi dal mondo della moda, cosa con cui gli piace giocare. Come stilista di moda, uno ha bisogno di un arsenale di varie abilità, ma anche di un team di persone, mentre come artista e scultore, Van Saene sperimenta una libertà totale. Lui stesso può rispondere a qualsiasi domanda sul mezzo, il colore o la forma, perché c’è un rapporto molto più stretto e diretto con il mezzo.

 

Leggi anche:

Van Noten, Dries

Ona Selfa, José Enrique

LE TENDENZE MISTICHE DI ANN DEMEULEMEESTER