Cormio Logo
Brand e Fashion designer,  C

Cormio

Cormio, brand fondato nel 2019 da Jezabelle Cormio

È il 2019 quando Jazebelle Cormio decide di fondare il brand made in Italy che, tra tradizione e contemporaneità, rielabora l’estetica del mondo tirolese austriaco. Jazebelle, mente e designer di Cormio, nasce a New York da padre italo-croato e madre italo-americana, ma cresce a Roma. Una cultura cosmopolita, arricchita durante gli studi alla prestigiosa Royal Accademy of Fine Arts di Anversa. Dopo aver partecipato alla realizzazione di diverse capsule collection, decide di fondare il suo brand, presentando la prima collezione Fall/Winter 2020 durante una sagra di paese a Seveso.

Look Cormio su Gucci Vault
Look Cormio su Gucci Vault

Dallo spirito playful ed ironico, Cormio rielabora l’estetica tirolese. Un immaginario potente che cattura l’attenzione della designer che già da bambina rimane affascinata dalle presine colorate che vedeva nelle case dei suoi famigliari, o negli abiti dei suoi amici. Un mondo apparentemente lontano, che Jezabelle fa suo e che coniuga con il suo amore per le mercerie, il mondo del DIY e degli archivi come quello della Fondazione Ratti.

Cormio FW 2021
Cormio FW 2021

Un mood giocoso e folkloristico, con un focus particolare sulla maglieria che costituisce il 70% della produzione. E poi l’attenzione alla sostenibilità, il brand predilige infatti l’utilizzo di materiali di scarto e filati eco-friendly. Cormio si fa promotore di un economia circolare che sostiene il mondo dell’artigianato e le piccole imprese a conduzione familiare, che decide di celebrare con delle etichette speciali che riportano il luogo di produzione.

Cormio, l'installazione da MODES

Cormio ha ottenuto anche il supporto di Alessandro Michele. Il direttore creativo di Gucci ha infatti selezionato il brand emergente per il GucciFest, oltre ad averlo inserito nel progetto Gucci Vault. Nel 2021 Cormio presenta la sua collezione con una speciale installazione in store da MODES.

Leggi anche:

Alanui

ADĀMO

Sostenibilità e nuovi talenti: Carlo Capasa e la Milano Fashion Week