Brand e Fashion designer,  C

Coca, Johnny

Coca, Johnny (Spagna, 1975). Fashion designer. Si forma inizialmente a Siviglia per poi proseguire gli studi in Francia, all’École Nationale Supérieure des Beaux Arts, École Nationale Supérieure d’Architecture de Paris-Malaquais ed École Boulle.

Lavora, per molti anni, nell’atelier di Celine (con Michael Kors nel 2001 e con Phoebe Philo dal 2010) come capo direttore del design per il segmento pelletteria, scarpe e gioielli.

Visionario ed eclettico, dietro il successo delle borse della griffe c’è la sua firma.

Celine Luggage by Coca

Coca, nonostante abbia lavorato con le maggiori griffe internazionali, sente di essere legato, in qualche modo, a Louis Vuitton. In una sua intervista, sostiene: “Ero ancora uno studente a Boulle e ho iniziato a fare alcune incursioni nel 1996, un anno prima dell’arrivo di Marc Jacobs e del lancio del ready-to-wear. In particolare, avevo proposto un concetto di vetrine per le quali avevo miniaturizzato tutte le borse nel catalogo LV. Dato che avevo acquisito un gusto per la pelletteria , ho contattato Yves Carcelle ( presidens Vuitton) e mi ha offerto un contratto! ” 

Johnny Coca in Mulberry

ADV Mulberry

Nel 2015, poco dopo l’addio di Emma Hill al marchio Mulberry, Coca viene nominato direttore creativo. del ready-to-wear, pelletteria e accessori. Forte del suo background britannico, riesce a rispettare la tradizione classica della griffe e mantenere, inalterata, la sua estetica. Lavorando a Londra, nelle sue collezioni si riflette l’autenticità del popolo anglosassone, con le sue diversità e con il suo proliferare di sottoculture. La sua mission è rispettare il DNA alla base del marchio Mulberry.

Nel 2016 lancia la sua prima collezione di moda donna ispirata agli archetipi di stile britannico. Un mix tra punk e stile raffinato.

Le nuove borse Mulberry disegnate da Johnny attirano enorme attenzione. La Clifton è una borsa a tracolla chic con tre tasche e tracolla a catena. Il design della borsa Camden e della borsa in acero in stile shopper, con borchie di ispirazione punk.

Nel 2018 il designer ridisegna il logo Mulberry e aggiunge pellami più costose alle collezioni. Apre un nuovo flagship store a Londra, al Piccadilly, progettato assieme al designer britannico Faye Toogood. Nel dicembre del 2019, Coca lancia la it-bag Portobello, disponibile in sette colorazioni, tra cui castagna, arancio mandarino e cremisi. È la prima borsa in pelle 100% sostenibile di Mulberry. La bag, venduta al dettaglio a £ 795, è stata prodotta negli stabilimenti a emissioni zero di Somerset.

L’addio di Johnny a Mulberry e il ritorno in Louis Vuitton

E’ il marzo del 2020 quando Mulberry annuncia le dimissioni di Johnny Coca da direttore creativo. Il designer disegnerà la collezione primavera/estate 2021.

Nel maggio dello stesso anno, Louis Vuitton rende noto il ritorno di Johnny in azienda, nel ruolo di direttore creativo del segmento pelletteria donna, lavorando accanto a Nicolas Ghesquière.

Delphine Arnault, vice presidente esecutivo di LVMH, scrive: “Sono entusiasta di dare il benvenuto a Johnny alla Maison Louis Vuitton e al gruppo LVMH. Rafforzerà la nostra energia creativa e la nostra capacità di innovare. Johnny è in perfetta sintonia con lo spirito di Louis Vuitton e condivide la nostra visione”.

Leggi anche

Il ritorno di Johnny Coca in Louis Vuitton

Phoebe Philo dice addio a Maison Celine

Mulberry, il romanticismo garbato di Johnny Coca