CARHARTT LOGO
Brand e Fashion designer,  C

Carhartt

Carhartt, brand fondato nel 1889 da Hamilton Carhartt

La storia del brand streetwear Carhartt inizia nel 1889 a Dearborn, cittadina dell’area metropolitana di Detroit. Sono gli anni in cui gli Stati Uniti vengono travolti dallo sviluppo industriale, quando Hamilton Carhartt, in un piccolo oft con due macchine da cucire e cinque dipendenti, produce tute in canapa e jeans, creando il primo prototipo di quella salopette che avrebbero fatto la fortuna del marchio.

Hamilton
Il fondatore

Il business del brand è cresciuto in tandem con la necessità dei lavoratori delle ferrovie statunitensi, che avevano bisogno di abiti resistenti che durassero nel tempo, e quindi di alta qualità. Nel giro di due decenni le attività dell’azienda si sono espanse in altre 8 città, e Carhartt passa all’acquisizione di cotonifici in Georgia e Carolina del Sud. La fama dei suoi abiti outdoor, che duravano il doppio rispetto agli altri, si diffonde velocemente in tutto il Paese.

Carhartt old Adv

Il marchio ha superato il crollo della borsa del 1929, e le due guerre mondiali, durante le quali ha prodotto le uniformi da lavoro dell’esercito americano.

Carhartt Wip e l’universo hip hop

Alla guida dell’azienda arriva nel 1937, il figlio del fondatore, morto improvvisamente a causa di un incidente stradale. Wilye Carhartt, questo è il suo nome, nomina nel 1959 suo genero Robert Valade CEO dell’azienda. Valade ebbe la lungimiranza di captare le potenzialità del marchio, creando un legame duraturo con il panorama streetwear e hip hop.

Nel 1989 due designer svizzeri, Edwin e Salomee Faeh, proprietari della Work in progress, stringono un accordo di licenza per creare una linea più streetwear da diffondere in Europa. Nasce così Carhartt work in progress, meglio conosciuta come Carhartt WIP, e il marchio cuore dell’America operaia, diventa simbolo della cultura di strada, sinonimo di anticonformismo e ribellione giovanile.

Carhartt Pubblicità 1998
Pubblicità 1998

Un articolo del New York Times, pubblicato nel 1992, raccontava di come i rapper fossero soliti indossare ” giacche Carhartt senape o verde militare con pantaloni larghi di velluto a coste infilati negli stivali Timberland”. Nell’articolo viene messa in luce l’evoluzione della giacca Carhartt, che da abbigliamento inizialmente esclusivamente da lavoro, utilizzato poi negli anni Ottanta dai commercianti di crack che trascorrevano tempo all’aperto, è stato scelto da rapper come Tupac prima e Jay-Z e Kanye West dopo.

Tupac Carhartt

Pubblicato nel 2016, The Carhartt WIP Archives, ripercorre la storia del brand. Una monografia che presenta più di 350 fotografie esclusive, artwork e materiale inedito dall’archivio dell’azienda.

Le collaborazioni

Dal 2010 Carhartt Wip ha portato avanti diverse collaborazioni: Junya Watanabe, Undercover ed Awake NY, Converse e Clarks. Nel 2021 la collaborazione con Giannasi, storico chiosco milanese famoso per i suoi polli arrosto. Un nuovo modo di concepire le collaborazioni, questa volta non con un grand brand ma con una realtà locale estranea al settore moda.

Carhartt Giannasi
La collaborazione con Giannasi

Leggi anche:

Supreme

Dickies

Il fenomeno del reselling