nicola brognano enciclopedia della moda
B,  Brand e Fashion designer

Brognano, Nicola

Nicola Brognano è un designer italiano. Dopo aver lavorato nell’ufficio stile di Giambattista Valli e Dolce&Gabbana, nel 2020 gli viene affidato il rilancio di Blumarine

Nicola Brognano nasce nel 1990 in Calabria. Condivide la terra natale con chi, prima di lui, ha scritto la storia della moda raccontando l’estetica barocca e la ricchezza delle dominazioni elleniche: Gianni Versace. Di Versace non nega l’influsso creativo nel suo lavoro; della Calabria ne riporta la cultura e la tradizione sotto una rinnovata lente da Millennials. Una passione per la moda, trasmessa dalla madre che aveva un negozio di abiti da sposa, che lo spinge a trasferirsi a Milano. Qui studia Fashion Design all’Istituto Marangoni. Dopo la laurea, entra subito a far parte del team creativo di Giambattista Valli. Il suo talento viene notato dal duo di stilisti Domenico Dolce e Stefano Gabbana, i quali lo assumeranno poco dopo per lavorare sulla linea di Alta Moda del marchio.

Gli esordi con il marchio Brognano

Dalla leziosità parigina al barocco siciliano peccaminoso e austero, Brognano raccoglie le eredità dei due marchi e le porta con sé in una visione totalmente personale nel brand che porterà il suo cognome. Nel 2015, infatti, fonda il marchio Brognano e nel giugno 2016 vince il concorso “Who Is On Next” patrocinato da Vogue Italia e AltaRoma. La vincita del concorso ha accelerato il successo del giovane designer dandogli ufficialmente una certa visibilità nel mondo della moda. Con ricami, sete increspate, macramè e tulle, Brognano porta in passerella l’esegesi della femminilità e del romanticismo. Nei suoi abiti, crea un equilibrio tra mondi opposti come il menswear e l’iper-femminilità.

A settembre 2019 lancia la sua prima collezione di abbigliamento maschile. La linea è prodotta Manifattura Paoloni, che detiene il 48,75% di Dicia7 S.r.l., società a cui fa capo il brand.

Brognano collection
Brognano collection

Direttore creativo di Blumarine

A febbraio 2020, Marco Marchi lo chiama alla guida di Blumarine. Sotto la direzione di Nicola Brognano, il marchio fondato da Anna Molinari, torna a risplendere. Punto di partenza sono la femminilità e l’archivio del marchio, da sempre sinonimo di freschezza e romanticismo spensierato. Le caratteristiche identitarie del marchio vengono raccontate dallo stilista in una nuova visione pop pensata per la generazione digitale.

Blumarine ss21
Blumarine ss21

Debutta con la ss21 a Milano con cui ha voluto raccontare il suo personalissimo ricordo del marchio, filtrato dalla sensibilità moderna. Lavorando sulla dualità di romanticismo e seduzione, porta in passerella abiti cortissimi in chiffon stampato a rose o farfalle, con orli svolazzanti e nastri di volants a spirale; nei top a farfalla tempestati di cristalli Swarovski, accompagnati da minigonne a volants plissettati. Non mancano le rose, ricamate sui piccoli abiti, né i classici golfini BluVi, rivisitati.

blumarine ss21
blumarine ss21

Leggi anche:

Blugirl e la città del cuore di Anna Molinari

La metafora della metamorfosi di Blumarine per la fw21

Generazione Millennials, la moda pensa a loro?