Gianni Bertasso
B,  Comunicazione ed editoria,  Giornalisti

Bertasso, Gianni

Gianni Bertasso, fondatore di Fashion e Mood magazine

Gianni Bertasso (1932 – 2018). Giornalista italiano. Fondatore ed editore del settimanale Fashion. Entra in Rai nel 1956, vincendo un concorso nazionale, e per 6 anni lavora alla Direzione Generale. Nel 1963 si dedica alla consulenza di grandi imprese italiane (Lancia Automobili, Buitoni Alimentari, Gruppo La Centrale) e straniere (Repesa, Ente Petrolifero di Stato Spagnolo).

Nel 1966 crea il giornale aziendale dell’Ausonia Assicurazioni, Ausorgan. Il 1967 è l’anno della direzione di Mark 3, periodico illustrato di automobilismo. Il giornale viene successivamente inglobato nel Gruppo Editoriale della Gazzetta dello Sport. Nel 1970 assume la direzione del G.T. Giornale Tessile.

Nasce la rivista Fashion di Bertasso

Gianni Bertasso
Fashion Magazine

Negli anni ’80, ne acquisisce il controllo: nasce Fashion, il settimanale della moda italiana. Il giornale, unico settimanale italiano specializzato nel tessile-abbigliamento, ha una vocazione professionale. Nel 1999 Fashion passa sotto il controllo del gruppo multinazionale tedesco Dfv.

Mood

Gianni Bertasso
Mood Magazine

Successivamente, nel 2000, Bertasso fonda Mood quindicinale che si occupa delle tendenze emergenti nei settori della moda, del design, dell’arte e della cucina contemporanea. Caratterizzato da una attenta ricerca grafica, Mood si propone come innovativo style magazine italiano dedicato alle grandi matrici del gusto e alla sua evoluzione che, nei diversi settori creativi, dà origine alla moda, al design, allo stile di vita e allo spirito delle cose che ci circondano.

Rivolto principalmente a tutti gli operatori del settore moda e design è indirizzato anche a un pubblico più vasto e attento alle evoluzioni delle tendenze. Bertasso ha, inoltre, fatto parte del corpo docente della Scuola di Progettisti di Moda dell’università di Urbino e del progetto Marzotto per i giornalisti di moda. È segretario generale del Best Seller Club Moda (che raggruppa i Direttori e Distributori del settore moda e design) di cui è stato anche uno dei fondatori.

Leggi anche:

Aenne Burda, la donna che ha portato la moda nelle case

Il futuro della moda secondo Anna Wintour