B,  Brand e Fashion designer

Baldinini

Baldinini, marchio storico della calzatura italiana tra lusso e sportwear

Baldinini. Azienda italiana di calzature. Nata nel 1910 a San Mauro Pascoli, produce, ogni anno, 250 mila paia di scarpe, di cui almeno il 60 per cento è assorbito dall’esportazione. Ha show room a Milano (Montenapoleone), Düsseldorf (Königsallee) e Londra (St. John’s Wood). Dal ’92, l’espansione è rivolta anche all’Europa dell’Est, dove sono stati aperti negozi monomarca, tra cui è diventato famoso quello di Mosca, sulla piazza della Rivoluzione, a due passi dalla Piazza Rossa. Negli ultimi 30 anni, è stato Gimmi Baldinini a gestire l’azienda. Nel 2001 il Mariella Burani Fashion Group acquisisce il 50% del marchio. Oltre a scarpe, stivali e sandali, Baldinini nel corso degli anni ha incrementato la sua produzione aggiungendo borse moda in vari stili e forme, accessori di micropelletteria, come portafogli, portamonete, portachiavi e astucci; giubbotti, giacche, cappotti in pelle e preziose pellicce in diversi colori e accostamenti.

Baldinini campagna pubblicitaria
ADV della griffe

Nel 2011 inaugura, nel cuore di Parigi, un monomarca si aggiunge alle 100 boutique sparse in tutto il mondo (Italia, Dubai, Russia). Poi segue Cannes, e ancora Milano, Cina, Manhattan e Hong Kong. Qualche anno dopo, nel 2014, il marchio lancia il brand di orologi Baldinini Swiss Made, che debutta a Mosca con una serie di segnatempo per uomo e donna. Due anni dopo, nel 2016, però, Antichi Pellettieri Spa, liquidatori giudiziali del concordato preventivo, mettono in vendita il 60% di Baldinini. Ad ogni modo, la crescita del brand non si arresta e, attraverso un concordato con Giglio Group, approda sulle principali e-commerce online del segmento fashion ponendo le basi per l’espansione della griffe.

La brand extension della griffe prosegue, poi, nel 2017 approdando nella profumeria con la linea Multicolor Leather Straps in partnership con il gruppo Paglieri, tramite la sua società Selectiva. E cavalcando l’onda dello sportwear di lusso, firma una licenza con LMC Italia affidandole in licenza i brand Gimmi BaldininiBaldinini e Baldinini Trend

Nel 2020 il 60% di Baldinini passa nelle mani della bolognese Finross, della famiglia Rossetti; l’azienda faceva a capo di Antichi Pellettieri, coinvolta nel fallimento del gruppo Mariella Burani di Cavriago. Christian Prazzoli, nel frattempo, è il nuovo amministratore delegato di Baldinini, ex Harmont & Blaine, Benetton, Nike, Breil.

Leggi anche

Il futuro di Etro: la moda in fermento

Italian Shoes, European Footprint, calzature italiane da tutelare

Moda, Max Mara lancia la prima collezione di occhiali con Marcolin