Zohar

Negozio di tendenza che mischia moda, arredamento e antiquariato. È nella milanese via Brera. È stato aperto nel settembre del 1999, proponendo cravatte in seta, oggetti (scatole), valigie, pelletteria e lampade in pergamena galuchat e zebra: il tutto all’insegna dell’alto artigianato italiano. Anche per l’antiquariato (arredi del ‘900, dagli anni ’20 agli anni ’40) la bussola è sempre quella dei materiali inusuali: pergamena, galuchat, ceramica (craquele), cristallo, essenze di legno speciali (macassare, venghè), avorio, coccodrillo, osso, madreperla. Nel 2000, Salvatore Battello, che è il regista stratega del negozio, ha fatto realizzare i primi “pezzi” di arredamento: la sedia “tagli&dettagli”, interamente rivestita di pergamena e galuchat, e la sedia “virgola” rivestita in pergamena. Parallelamente ha proposto la prima collezione di drapperia vintage e, in collaborazione con un sarto, abiti su misura e camicie con tagli di stoffa in esclusiva. Nel 2001 è nata la poltrona “le ore liete” in pergamena e crine di cavallo naturale (non tinto), o in pergamena e washi naturale (tessuto giapponese tecnologicamente molto avanzato ottenuto tessendo la carta). Nello stesso anno è cominciata la produzione di arredi per aziende molto importanti, in particolare per una grande firma della moda maschile americana e mondiale. Dal 2002, l’insegna Zohar è anche in rue Bonaparte a Parigi.