Yurkievich

Gaspard (1972). Stilista francese. Notato per la prima volta nel 1998, al dodicesimo festival di Hyères in Costa Azzurra che porta alla ribalta gli esordienti della moda, i neodiplomati delle scuole di fashion designer. Impregnata di cultura pop, la sua prima collezione è visuale e prettamente urbana. Grafica, asimmetrica, scolpita, gioca con contrasti di materiali per assicurare glamour e humour. Sfila per la prima volta a Parigi nella settimana del prêt-à-porter. Lo stilista rende più forte l’impatto dei propri abiti con un cd in tiratura limitata dal titolo Yurkievich by Herbert. Sul disco sono registrati i rumori del backstage durante le passerelle, dallo stridìo dei ganci che corrono lungo le rastrelliere al ticchettio dei tacchi sul pavimento. Lo stile aggressivo e sexy ha fatto sì che i critici lo accostassero a Jeremy Scott e Jérome Dreyfuss. Yurkievich non smentisce la sua vocazione trasgressiva e per la sfilata parigina primavera-estate 2002 fa sfilare le ragazze del Crazy Horse in uniformi da guardie di Buckingham Palace, in guepière e a petto nudo. Il brano musicale che ironicamente accompagna l’esibizione è God save our Bearskins.