Yulan Yong

Joanne (1968). Stilista scozzese. Di origine cinese, ma nata in Scozia, si laurea al Royal College of Art di Edimburgo, poi si trasferisce in Italia, a Milano, dove collabora con le più importanti case di moda italiane: Giorgio Armani, Max Mara, Marina Spadafora e il Gruppo Gilmar, dove nel 1992 è stata capo stilista per la linea Gerani. Resta in lei un’anima cinese calata in uno stile e spirito inglese. Crea e disegna una propria linea con la griffe Yulan, che debutta nel 2000 alla London Fashion Week, in cui il senso estetico orientale si avvale di una precisione tecnica occidentale. Il risultato è quello di un’eleganza discreta e delicata, che si basa su dettagli molto femminili e sexy, ma scevri da ogni volgarità, su tessuti naturali, preziosi per la sera come lo chiffon o il crèpe di seta, sportivi per il giorno, come i tweed e gli spigati di lana. I suoi abiti hanno un taglio sartoriale, di linea semplice e sottile, che si accostano al corpo in modo discreto, ma ne sottolineano la sensualità con profondi spacchi e sapienti giochi asimmetrici.